Da educatori, "Viaggiando verso te"

di Davide De Amicis - “Grazie perché vi siete lasciati guidare dal Signore nella vostra scelta di educare i piccoli, un’esperienza bella e appassionante”.

Con queste parole la responsabile nazionale dell'Acr Teresa Borrelli ha aperto i lavori del Convegno nazionale degli educatori sul tema "All'altezza del loro cuore" che vede la partecipazione di oltre 700 educatori provenienti da tutte le diocesi italiane. Un appuntamento che si svolge sullo sfondo vivace e colorato della stazione ferroviaria di “Viaggiando verso te”, scandito dall’allegria e dalla curiosità di tanti nuovi educatori che per la prima volta prendono parte a un evento formativo nazionale: “È bello che la mia diocesi - sottolinea Miriam, di Albenga-Imperia - investa sulla nostra formazione avendoci permesso di partecipare al Convegno dove si respira un'atmosfera accogliente che spero contribuisca ad arricchire la mia formazione sul tema della famiglia”. Ma prima dell’inizio della tavola rotonda introduttiva, sono stati i veri protagonisti del Convegno,i ragazzi, ad accogliere tutti: “Gli educatori -  ricorda Antonio, un acierrino in collegamento Skype da Bologna - devono sempre aiutare le persone in difficoltà e prodigarsi per il prossimo”. E poi ancora un consiglio prezioso rivolto agli educatori presenti nell’Auditorium “Michelangelo” della Domus Pacis: “Gli educatori  - aggiunge Gabriella, un’altra acierrina bolognese - dovrebbero 'tornare bambini', per rivivere insieme a noi la nostra età”. Ora il Convegno degli educatori Acr può davvero cominciare!