II DOMENICA DI QUARESIMA - 21 FEBBRAIO 2016

PREGHIERA DI GRUPPO

CANTO

Dal Vangelo secondo Luca (9,28-30)

Circa  otto  giorni  dopo  questi  discorsi,  Gesù  prese  con  sé  Pietro, Giovanni e Giacomo e salì sul monte a pregare. Mentre pregava, il suo  volto  cambiò  d’aspetto  e  la  sua  veste  divenne  candida  e sfolgorante. Ed ecco, due uomini conversavano con lui: erano Mosè ed  Elia.  Mentre  questi  si  separavano  da  lui,  Pietro  disse  a  Gesù: «Maestro, è bello per noi essere qui. Facciamo tre capanne, una per te, una per Mosè e una per Elia».

COMMENTO AL VANGELO - Stupore

Che cosa crea stupore? L’imprevisto. E, sicuramente, la bellezza. Perché quando la contempliamo la percepiamo come un dono (anche i regali creano stupore!). Gesù sul monte manifesta un volto incredibilmente luminoso, una bellezza autentica ed unica. Ma si mostra anche come imprevisto: la sua identità, la sua missione vengono approfondite.

Lasciamoci stupire dal Signore: dalla sua Parola (…non è vero che “questa la so già”!) che ci raggiunge in momenti diversi della vita; dai suoi gesti, anche da quelli che non riusciamo a capire o a condividere a causa del nostro “buon senso”. Lasciamoci stupire dalla novità che continuamente Dio vuole essere per noi. E osiamo stupire gli altri: non per attirare la loro attenzione. Stupiamoli con la bellezza della vita, con il dono (e non l’imposizione) di noi stessi. E che il nostro donarci possa essere testimonianza del dono di Gesù per tutti: così porteremo luce in questo mondo; proveremo a trasfigurarlo con l’aiuto di Dio.

Lo stupore di Pietro ci fa capire che quel momento è speciale. Quanti sono i momenti belli nella nostra vita?  Chiediamo  al  Signore  che  ci  insegni  a riconoscerli  sempre,  con  le  parole  ispirate  al Salmo8:

O Signore nostro Dio,

quanto è grande il tuo nome su tutta la terra.

Quando guardo il cielo, la luna e le stelle

penso a te che le hai create.

E se penso che le tue mani hanno creato proprio me

capisco che sono “poco meno degli angeli”.

PADRE NOSTRO

CANTO