Io + Gesù

DOMENICA DI PASQUA - 27 MARZO 2016

Dal Vangelo secondo Giovanni - 20, 1-9

Il primo giorno della settimana, Maria di Màgdala si recò al sepolcro di mattino, quando era ancora  buio, e vide che la pietra era stata tolta dal sepolcro. Corse allora e andò da Simon Pietro e  dall'altro discepolo, quello che Gesù amava, e disse loro: «Hanno portato via il Signore dal  sepolcro e non sappiamo dove l'hanno posto!».  Pietro allora uscì insieme all'altro discepolo e si recarono al sepolcro. Correvano insieme tutti e due, ma l'altro discepolo corse più veloce di Pietro e giunse per primo al sepolcro. Si chinò, vide i teli posati là, ma non entrò. Giunse intanto anche Simon Pietro, che lo seguiva, ed entrò nel sepolcro e osservò i teli posati là, e il sudario - che era stato sul suo capo - non posato là con i teli, ma avvolto in un luogo a parte. Allora entrò anche l'altro discepolo, che era giunto per primo al sepolcro, e vide e credette. Infatti non avevano ancora compreso la Scrittura, che cioè egli doveva risorgere dai morti.

Quando Gesù ha risuscitato il suo amico Lazzaro ha chiesto alle altre persone presenti: 

“Scioglietelo e lasciatelo andare”, cioè ha detto di togliere le bende nelle quali venivano avvolti i 

corpi dei morti.

 

COMMENTO AL VANGELO 

Anche nel Vangelo che ascoltiamo nella Domenica di Pasqua si parla di queste bende, di questi teli che sono “posati là”: qualcuno aveva avuto la capacità di toglierseli da solo. È uno dei modi che il Vangelo usa per annunciare la forza della resurrezione di Gesù. A lui chiediamo di saper essere sempre, soprattutto in questo tempo di Pasqua, persone capaci di  aiutare gli altri a “essere sciolti”, cioè liberati, da tutto ciò che impedisce loro di essere vivi e felici:  la paura, la solitudine, il rancore, l’indifferenza, l’egoismo… Sono tutte cose che rendono la nostra  vita triste e chiusa. Liberiamoci! E aiutiamo gli altri a fare lo stesso. 

Sia così la nostra Pasqua, insieme a Gesù, vivo per sempre, vivo accanto a noi.

Buona Pasqua di Risurrezione!

DOMENICA DELLE PALME - 20 MARZO 2016

Dal Vangelo secondo Luca (19,28-40)

V DOMENICA DI QUARESIMA - 13 MARZO 2016

COMMENTO AL VANGELO - CONVERSIONE