Pronti a...Ascoltare per camminare?!!

Ascoltare per camminare

«Se ti è caro ascoltare, imparerai; se porgerai l'orecchio, sarai saggio» (Sir 6,33). In famiglia, in parrocchia, in diocesi e nel quotidiano in genere imparo e faccio mio solo ciò a cui porgo l’orecchio. Al contempo la forza di una proposta e il coraggio della sua scelta passano dal desiderio di ascoltarsi reciprocamente e completarsi nel cogliere il bene e il bello che il cammino di ogni giorno riserva alla vita di ciascuno. È in questo orizzonte che si colloca “ASCOLTARE PER CAMMINARE. L’Acr per il protagonismo di tutti i battezzati”, il prossimo Seminario di programmazione organizzato dall’Azione Cattolica dei Ragazzi il 25 e 26 novembre a Roma presso il Pontificio Collegio Spagnolo (in via di Torre Rossa, 2).

In ascolto delle idee di tutti, il Seminario sarà un’occasione per verificare e ripensare il #FuturoPresente dell’Acr insieme agli oltre 300 Responsabili, Vice-Responsabili, Assistenti diocesani, Incaricati e Assistenti Regionali Acr provenienti da tutta Italia. “ASCOLTARE PER CAMMINARE” rappresenta dunque un nuovo esercizio di riflessione e discernimento che, ci aiuterà a continuare a tenere fisso lo sguardo sui desideri e le attese dei ragazzi, porsi all’altezza e in ascolto del loro cuore, della voce della Chiesa e delle sollecitazioni del tempo presente.

Sabato 25 mattina, dopo l’intervento introduttivo di Matteo Truffelli, Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana, sarà  dato avvio ad un percorso di approfondimento su “La sinodalità, stile per vivere la bellezza di camminare insieme”. A guidare la riflessione le relazioni di mons. Marcello Semeraro, Vescovo di Albano e Segretario del Consiglio dei Cardinali, e di Ugo De Siervo, Presidente emerito della Corte Costituzionale e presidente delI'stituto di Diritto internazionale della pace “G. Toniolo”.

A partire da sabato pomeriggio sarà dato invece ampio spazio alla restituzione e alla sintesi del lavoro preparatorio avviato nel mese di Ottobre. I Responsabili, Vice-Responsabili, Assistenti diocesani, Incaricati e Assistenti Regionali Acr sono stati infatti precedentemente raggiunti da un Documento di lavoro frutto della condivisione di pensieri e proposte dei Consiglieri Nazionali e dell’Ufficio Centrale Acr, che ha appunto avuto il fine di sostenere il cammino intrapreso, soprattutto in due direzioni:
• Continuare l’ascolto della voce e della vita dei ragazzi. L’Acr è loro e a loro vogliamo continuare a dare la parola.
• Sperimentare, con ulteriore intensità, lo stile sinodale che è proprio della vita associativa e che siamo chiamati a far crescere in tutta la Chiesa. Stile che ci porta ad ascoltarci e a metterci insieme in ascolto dello Spirito, per condividere ed assumerci insieme la responsabilità delle scelte che caratterizzeranno il cammino dei prossimi anni.

Il Documento proposto ha dunque inteso aiutare i Responsabili, i Consigli e le Equipe diocesane a fare luce su alcune questioni che sembrano urgenti per la proposta formativa pensata per i bambini e i ragazzi di tutta Italia, e a contribuire ai lavori di preparazione di questo appuntamento. I quattro ambiti proposti dal Documento saranno dunque al centro della riflessione e del dibattito dei tavoli di lavoro di sabato pomeriggio che verteranno su:

  • il protagonismo dei ragazzi
  • la responsabilità
  • la proposta formativa
  • i "segni dei tempi".

La mattina di Domenica 26 novembre, dopo la Celebrazione eucaristica presieduta don Marco Ghiazza, Assistente centrale dell’Azione Cattolica dei Ragazzi, insieme a Consiglieri nazionali e all’Ufficio centrale Acr si farà ulteriore sintesi delle risonanze dei tavoli di lavoro. In questo orizzonte, le conclusioni di Luca Marcelli, Responsabile nazionale dell’Azione Cattolica dei Ragazzi, tracceranno infine i passi che l’Acr compirà nei prossimi anni.

Nella consapevolezza che «il cammino della sinodalità è il cammino che Dio si aspetta dalla Chiesa del Terzo millennio… una Chiesa dell’ascolto... reciproco in cui ciascuno ha qualcosa da imparare» (Papa Francesco, 17 ottobre 2015). “ASCOLTARE PER CAMMINARE” è la concretizzazione di un desiderio: fare discernimento insieme per rendere sempre più bella l’Acr, con lo sguardo avanti al compimento dei suoi primi 50 anni di storia!