Maria Madre di Dio - 1 gennaio 2013

Lc 2,16-21

In quel tempo, i pastori andarono, senza indugio, e trovarono Maria e Giuseppe e il bambino, adagiato nella mangiatoia. E dopo averlo visto, riferirono ciò che del bambino era stato detto loro. Tutti quelli che udivano si stupirono delle cose dette loro dai pastori. Maria,da parte sua, custodiva tutte queste cose, meditandole nel suo cuore. I pastori se ne tornarono, glorificando e lodando Dio per tutto quello che avevano udito e visto, com’era stato detto loro. Quando furono compiuti gli otto giorni prescritti per la circoncisione, gli fu messo nome Gesù, come era stato chiamato dall’angelo prima che fosse concepito nel grembo.

 

In ascolto di Gesù

Oggi è la solennità di Maria, che festeggiamo con il titolo di “Madre di Dio”. Ma è anche il primo giorno del nuovo anno, nel quale arriviamo pieni di speranza, confidando in giorni di pace e serenità, ma anche un po’ timorosi, perché consapevoli che ci saranno non solo gioie ma anche qualche difficoltà. Facciamo come l’adolescente Maria, che sebbene turbata dai tanti eventi rimane sempre fiduciosa in Dio, che “compie grandi cose”. Sentiamo nel cuore di desiderare un futuro migliore, e allora cosa di meglio che in questo nuovo anno ripartire da Dio?! Proviamo, come Maria, ad ascoltare e meditare nel cuore la Parola di Dio. Ci accorgeremo che Dio ci sorride ogni giorno e ci indica la strada della serenità e della pace. 

 

Continua...
 
Ti è piaciuto incontrare Gesù? Lo sai che Lui non vede l'ora di stare di nuovo con te? Prendi allora il libricino
che hai ricevuto a casa insieme alle riviste dell'ACR e impegnati ad incontrarlo anche tutti gli altri giorni ;-)
 
 
 
Non hai il libricino? Clicca su una delle due immagini qui sopra ("Beata colei che ha creduto" se hai da 6 a 10 anni e "Preparate la via del Signore" se hai da 11 a 14 anni") ed acquistalo!